Abbiamo 56 visitatori e nessun utente online

Nolli Arquati  Storia dell'Istituto  Mappa    Descrizione dell'Istituto Virtual tour

GIUSEPPE NOLLI

Un signore dallo sguardo fisso e l’aspetto di un vecchio saggio cinese, dalla barba folta e imponente che gli dava un aspetto ancora più letterario.
Costui era un maestro che ci ha onorato della sua presenza nella nostra scuola prima del 1916. Nel nostro archivio ci sono numerosi libri scritti da lui: drammi, poesie e opere donatici dalla sua famiglia. Fu anche soldato della 1° guerra mondiale, ricevette una medaglia d’argento, "poiché dava costante, mirabile esempio di calma e di coraggio…" Codesto poeta, caduto di guerra e maestro ha il nome di Giuseppe Nolli. Per tutte queste qualità, nel 1927 gli verrà intitolata la parte maschile della nostra scuola.

La ricerca del Politecnico di Milano

 

 

 

GIUDITTA TAVIANI ARQUATI

GIUDITTA ARQUATI

Giuditta Tavani Arquati nacque il 30 aprile 1830 a Roma sull'isola Tiberina e fu battezzata lo stesso giorno presso la chiesa di San Bartolomeo all'Isola. Si sposò a quattordici anni, il 22 luglio 1844, nella parrocchia romana di San Crisogono, con Francesco Arquati, conosciuto nel magazzino di stoffe di suo padre.

I due sposi combatterono insieme per la difesa della Repubblica Romana, che cadde in mani francesi nel 1849. Seguirono allora i fuorusciti verso l'Adriatico, con Garibaldi, e si rifugiarono a Venezia. Successivamente, ancora ricercati passarono nelle Romagne, dove continuarono a cospirare, trasferendosi poi a Subiaco. Nel 1865 rientrarono in Roma nascostamente per organizzarne la liberazione. Qui frequentarono la casa ed il lanificio di Giulio Ajani (1835-1890), altro patriota, alla Lungaretta in Trastevere.

La nostra scuola ha quasi 100 anni, sembra sia stata costruita nel 1911.
I